News

Carte carburanti Uta

Una soluzione vantaggiosa quindi per chi è associato CNA.

22 novembre 2018
Dal 01/07/2018 al 31/12/2018 tutte le carte carburanti per essere deducibili hanno la necessità di essere supportate da documentazione di pagamento elettronico e dal 01/01/2019 perdono valore fiscale le “vecchie” carte carburante e vengono sostituite da fatture: ovvero, ad ogni rifornimento di carburante ci sarebbe obbligo di fatturazione.

La nuova normativa non ha alcun impatto su coloro che si rivolgono sempre al solito distributore oppure tramite tessere di marchio c/o chi il distributore di quel determinato marchio.

Una comoda soluzione è costituita dalla rete di distributori aderenti UTA a cui aderiscono distributori di più marchi, tra cui Eni-station, Totalerg, Tamoi, Esso , IP e AGIP, e permette una maggiore libertà di scelta.

Il marchio UTA è presente sia nelle strade comuni che nelle autostrade ed in tutte le parti d'Italia e d'Europa.

Solitamente UTA vende questo servizio con una commissione media del 3,5%; con la convenzione - CNA/UTA la commissione si riduce del 40% arrivando al 2%.

L'importo massimo di carburante consentito sono 250 € giornaliere per un massimo di €. 1000,00 mensili di rifornimento valido per ogni carta dunque a mezzo.

Per ottenere lo sconto si può richiedere la carta al seguente link:
https://uta.edenred.it/reti-indirette/?utm_source=partnership&utm_medium=KAM&utm_campaign=CNA-LIGURIA#_blank







Pagina generata in 0.30910706520081 secondi